Francesco Toscani - La Stanza Delle Pietre e del Cielo
431
post-template-default,single,single-post,postid-431,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.0,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Francesco Toscani

Coinvolto in questo progetto da Cristiana sono venuto a conoscenza di un mondo nuovo a me sconosciuto, il mondo dei manicomi criminali. Ne sono rimasto subito colpito e impressionato.

L’esigenza di portare alla luce un delicato substrato di informazioni scottanti mi ha dato la motivazione per dare corpo e anima in questa impresa. Un’impresa in cui eravamo pronti a dare tutto ma dove non avremmo mai immaginato di ricevere così tanto. Parlo dei valori umani, di persone disponibili e generose e mosse dai valori più nobili, persone che ci hanno aiutato in ogni modo pur che questa storia arrivasse a chi di dovere, parlo di enormi sacrifici ma anche di bellissime “spedizioni” insieme alla troupe, in viaggio lungo la nostra meravigliosa penisola e le sue contraddizioni.

Portare la macchina da presa all’interno dell’Ex OPG di Sant’Eframo a Napoli, poi, è stata un’esperienza toccante, ogni centimetro che percorrevo lungo quei corridoi ha significato per me impegnarmi in una promessa verso quel lugubre passato. Oggi posso dire, soddisfatto, di averla mantenuta!